Materie prime

Materie prime di eccellezza, presidi slow food, IGP e altro. Scopriamo insieme le proprietà di ognuna.

Tra i prodotti tipici siciliani scelti dai nostri esperti per Tastando non potevano mancare quelli a base di cipolla di Giarratana, un ortaggio tutelato dal marchio del Presidio Slow Food originario della Provincia di Ragusa. Cipolla di Giarratana Si tratta di una cipolla particolare nella dimensione e nel gusto. La

Fattoria Sicilsole: marmellate Bio siciliane : Tutti i prodotti tipici siciliani che abbiamo inserito nel nostro sito sono frutto di una lunga ricerca e selezione e la nostra filosofia è quella di conoscere in prima persona anche i produttori e i loro metodi di lavorazione, al fine di garantirne qualità e

gelsi neri e bianci

Da bambini qui in Sicilia raccoglievamo tantissime more, fino a colmare la parte concava di un cappello di paglia. Era così facile raccoglierle e così piacevole fare una bella scorpacciata, un frutto alla volta, lontani dai genitori.  La parte rimanente la portavamo a casa per fare la marmellata. Eravamo sull’isola

mele dell'etna

Oggi ci occupiamo ancora una volta di materie prime e in particolare della frutta dell’Etna, che si rivela sempre un territorio molto produttivo e capace di creare ingredienti di prima qualità e con caratteristiche davvero uniche dovute alla particolarità del territorio vulcanico. A questo proposito per esempio abbiamo parlato recentemente

miele

Oggi parliamo di miele. Un ingrediente zuccherino e molto energetico, fornito direttamente dalla natura, che all’uomo non resta che cogliere. Ma come nasce il miele e sopratutto cosa sono quelli noi chiamiamo erroneamente “gusti” del miele? Il miele innanzitutto oltre che dall’ape viene creato grazie a un lavoro armonioso tra

arancia rossa di sicilia

GLI AGRUMI COLTIVATI SULL’ETNA La frutta e gli agrumi provenienti dal monte Etna presentano peculiarità speciali dovute alle caratteristiche di questa vasta area vulcanica dove il clima, con forte escursione termica, e la ricchezza del suolo riescono a produrre frutti unici, difficilmente replicabili in altre aree, non solo del mondo

fava_larga_di_leonforte

La Fava Larga di Leonforte è una particolare varietà di fave oggi tutelata dal Presidio Slow Food, che cresce nell’entroterra siciliano, in Provincia di Enna, a circa 600 m di altezza tra i comuni di Leonforte, Nissoria, Enna e Calascibetta. Si adatta al clima tipico di questa zona, caratterizzato da

ceci_maior

Una curiosità piuttosto singolare sui ceci ci porta in tempi lontani, al cognome di Marcus Tullius Cicero, ovvero il Cicerone che conosciamo tutti, soprannominato così per una escrescenza sul naso simile alla forma di un cecio, in latino cicer appunto, anzi scientificamente la pianta si chiama Cicer arietinum. Ma oltre

lenticchie-zuppa

I legumi sono da sempre considerati gli interpreti della cucina povera e tradizionale. Senza nulla togliere alle loro eccezionali proprietà e al gusto intenso, il concetto di “povero” si riferisce al fatto che hanno una storia antichissima e sono stati i primi ad essere introdotti nell’alimentazione umana. Inoltre alcuni li

Anche la storia delle fave, come altre coltivazioni tipiche siciliane, risale a tempi antichi di cui i paesi del bacino del Mediterraneo grazie all’intervento dei greci e delle popolazioni arabe sono stati la culla. Si pensa infatti che la diffusione della fava sia arrivata proprio da lì, iniziando la strada