Via alla Sagra del Mandorlo in Fiore

Oggi parliamo di un evento tanto atteso in Sicilia e che annuncia l’arrivo della bella stagione: la manifestazione del “Mandorlo in Fiore” che quest’anno si svolge ad Agrigento dal 4 al 6 marzo. La sagra in realtà prevede diversi eventi a partire dal mese di Febbraio, ma la prima giornata del Mandorlafest è il 4 marzo. Il periodo è scelto in corrispondenza con la fioritura degli alberi di mandorlo: uno scenario perfetto e suggestivo per visitare la Valle dei Templi, che per l’occasione ospita alcuni degli appuntamenti folclorici dell’evento.

La festa ha in programma tante attività culinarie e culturali come esposizioni e assaggi di prodotti tipici siciliani di eccellenza, eventi folcloristici, degustazioni e laboratori dedicati alla lavorazione della mandorla.
La sagra  è oggi alla sua 71^ edizione, mentre il festival del folklore, che ne farà parte dall’8 al 13 marzo, è alla sua 61^ edizione.  La storia del “Mandorlo in Fiore” nasce infatti nel lontano 1934 con l’idea di sfruttare il periodo primaverile per rilanciare il turismo nel territorio agrigentino e la conoscenza di alcuni prodotti tipici siciliani.

Sagra-del-Mandorlo-in-Fiore-AgrigentoL’area archeologica della Valle dei Templi è lo scenario dove si svolge la sagra e la sua bellezza viene esaltata non solo dalla bellezza del mandorlo in fiore, ma dai diversi gruppi folcloristici internazionali che si esibiscono proprio in questa cornice d’eccezione. La manifestazione inizia infatti  in un’atmosfera suggestiva, al tramonto, con l’accensione di una fiaccola di fronte il Tempio della Concordia, dove avviene anche l’esibizione finale. La giornata finale è dedicata anche alla consegna del premio “Tempio d’oro” che sceglierà tra i gruppi folkloristici presenti “la migliore danza”, il “migliore costume tradizionale” e “la migliore espressione musicale”, sulla base del giudizio espresso da una giuria internazionale.

PROGRAMMA

pasticcini-mandorle-aranceQuest’anno la sagra inizierà ufficialmente il 4 marzo, con l’inaugurazione della mostra dei prodotti tipici alla mandorla. Questa si svolgerà in Piazza Vittorio Emanuele ad Agrigento, accoglierà espositori locali e non, e permetterà di conoscere la lavorazione e le peculiarità di questi prodotti, come per esempio la crema di mandorla o i pasticcini. Per avere una panoramica completa su questa materia prima, sarà inoltre possibile visitare la mostra “la mandorla nel mondo, pomologia e vecchi arnesi” che racconta le fasi della coltivazione, gli arnesi utilizzati nel tempo e in sostanza la storia della mandorla in tutti i suoi aspetti.
Inoltre, per un’immersione totale nei sapori del luogo i ristoranti del consorzio Valle dei Templi prepareranno menu a base di mandorla che verranno premiati il 10 marzo all’interno del concorso “Mandorlara – La mandorla a tavola”.

Tra i gruppi folkloristici quest’anno si esibiranno (fuori concorso) l’8 marzo anche i dervisci rotanti,  danzatori di Istanbul, dichiarati dall’UNESCO “Patrimonio culturale dell’umanità”. I dervisci sono vestiti con una tunica bianca e indossano un lungo cappello. La particolarità della danza è il continuo roteare con un ritmo incalzante, unendo in questa performance arte e spiritualità.

Gli amanti della fotografia anche quest’anno, nel rispetto della rilevanza social dell’evento, potranno pubblicare le proprie foto on line sulla testa AgrigentoOggi, all’interno del “concorso fotografa la sagra”. Basterà semplicemente inviare i propri scatti realizzati durante la manifestazione alla mail della redazione del giornale: agrigentooggi@gmail.com. Tra le foto sarà premiata quella che meglio rappresenta i criteri giornalistici e che sarà utilizzata per la promozione turistica. dali enti promotori.

Per il programma e tutte le informazioni potete visitare anche il sito della sagra, cliccando qui 

Buon divertimento a tutti!

Articoli precedenti

Pan di Spagna al rum, ricotta e confettura di pere e fave di cacao

Prossimo articolo

Fattoria Sicilsole: marmellate Bio siciliane