Sale da cucina

Il uno dei prodotti più usati in cucina, anche se spesso ne ignoriamo i benefici e gli utilizzi. Per esempio sapevate che il sapore e le qualità variano anche in base al tipo di raffinazione?

In generale il sale esposto in qualsiasi supermercato è il cosiddetto “salgemma”, costituito in maggior parte da cloruro di sodio.
Il sale si ricava principalmente attraverso l’acqua di mare per evaporazione negli impianti delle saline. In Sicilia sono famose le saline di Mozia, dove si può assistere alla ma anche allo spettacolare paesaggio naturale delle montagne di sale che risplendono al sole. Per questo le saline costituiscono anche una delle mete turistiche più apprezzate in Sicilia.

Salina Trapani

Esistono diversi tipi di sale, come il sale rosa, il fior di sale, i cristalli. I cristalli delle saline di Mothia, raccolti manualmente come da tradizione, sono l’anima del sale: ben spessi non entrano in contatto con agenti esterni e macinati su cibi liberano tutti gli aromi concentrati nella sua molecola. Il fior di sale  si riferisce ad una barietà grezza, dal gusto delicato, prodotto principalmente in Francia, ma anche in Sicilia. Si tratta del finissimo velo che si forma sulla superficie delle vasche nelle giornate senza vento. Spesso i fior di sale possono essere aromatizzati, ad esempio al pepe, all’arancia, al limone per conferire un sapore fresco e unico ai piatti.

Per quanto riguarda gli utilizzi, i cristalli di sale sono ottimi per insaporire la carne alla griglia,  macinati direttamente sulle pietanze, mentre i fior di sale, specialmente quelli aromatizzati, si sposano perfettamente con piatti a base di pesce.

Per salare gli ingredienti dei nostri piatti in cucina, possiamo seguire queste indicazioni:

  • legumi secchi: viene sempre suggerito di salare alla fine, per evitare che si induriscano
  • melanzane: salarle dopo averle tagliate a fette per fargli perdere il gusto amaro
  • carne: alla griglia va salata prima della cottura
  • verdure lesse: vanno salate dopo la cottura per conservarne i nutrienti

Proprietà del sale

Il sodio contenuto nel sale è un elemento fondamentale per la salute: ha proprietà antinfiammatorie e drenanti. Il cloruro di sodio è infatti un conduttore della trasmissione neurologica, quindi degli impulsi nervosi, dei liquidi ed utile per la regolazione pressione.
Così bagni o impacchi di sale sono utilissimi per combattere il ristagno dei liquidi, sgonfiare e purificare dalle tossine. In questo caso meglio utilizzare il sale integrale, ancora completo dei suoi principi, i cosiddetti “84 elementi”, ovvero i costituenti del nostro corpo, che oltre al sodio comprendono anche  lo iodio, lo zinco, il rame e tanto altro.

Utilizzi del sale

Grazie a tutte le sue preziose qualità, molti naturopati consigliamo di preparare un bagno di sale due volte la settimana sciogliendo nell’acqua calda (a circa 37 gradi) da 4 a 5 chili di sale grosso preferibilmente integrale, restando immersi circa mezzora (poi alzatevi lentamente per via dell’abbassamento di pressione che nel frattempo potrebbe avere avuto corso). L’immersione fa sì che il sale richiami all’esterno i liquidi, facendo rimanere allo stesso tempo la pelle morbida.
Per quanto riguarda gli impacchi disintossicanti, ecco un semplice esempio: sciogliete per ogni litro di acqua 20 grammi di sale marino, imbevete del cotone con la soluzione ottenuta e teneteli sulla pelle per una decina di minuti, poi risciacquando successivamente.
Per combattere afte o infezioni della bocca, è possibile anche fare degli sciacqui di sale, sciogliendo mezzo cucchiaino di sale in un bicchiere d’acqua, inbevendo una garza per la puliza delle ferite.
Addirittura con il sale si sviluppano veri e propri trattamenti benessere all’interno delle spa. Si tratta della cosidetta “Haloterapia”, dal greco “halos” ovvero sale: un trattamento a base di sale che consiste nell’inalarne particelle pure, utili per combattere problemi infiammatori e respiratori.

Con il sale meglio non esagerare

È vero che ha tantissimi i benefici, ma è sempre bene consumare il sale con moderazione, perchè un consumo eccessivo può invece facilitare l’ipertensione arteriosa, l’aumento della pressione e non è consigliato a chi soffre di ritenzione idrica, come abbiamo detto, per la capacità del sodio di trattenere l’acqua nei tessuti. Queste problematiche possono riguardare una predisposizione personale, ma sicuramente l’evoluzione delle nostra dieta, porta a introdurre diverse quantità di sale e spesso il gusto si abitua ad eccedere, viziato anche da alimenti moderni molto ricchi di sale, come per esempio i dadi, le salse e i condimenti industriali, i formaggi, i salumi e gli insaccati, il pesce affumicato e gli alimenti tipici dei fast food.

Come sempre la parola d’ordine nell’alimentazione è equilibrio, ma con gusto. Scegliere le materie prime migliori all’origine è il miglior modo per prendersi cura della nostra salute.

Spets har alltid varit populärt på senare år.
Lite mikrolins bröllop. Hotande känsla är mycket mer utsatta än sexig, genombrutna spets brud brudklänning, kjol Puff

Articoli precedenti

Zuppa fredda al pomodoro o ammogghiu d'agghia

Prossimo articolo

La riserva delle saline di Trapani