Tra Pachino e Marzamemi. Terra di borghi sul mare e prodotti tipici di eccellenza

Apriamo questa sezione dedicata ai percorsi enogastronomici parlando della meravigliosa zona di Pachino, la punta più a sud della Sicilia. Il nostro cammino si snoda tra i sapori e luoghi di quest’area della Provincia di Siracusa, con un itinerario che fa base a Marzamemi, un piccolo e delizioso borgo sul mare, famoso storicamente anche per la pesca e conserva del pesce del Mediterraneo.

Marzamemi

Il cuore della cittadina è la Piazza Regina Margherita che sembra avvolta in un atmosfera fuori dal tempo. La luce bianca e accecante si specchia sull’infiinito pavimento e sembra pervadere qualsiasi cosa.  Ai margini del perimetro ci sono due chiesette di pietra e deliziosi localini allestiti con sedie colorate di legno e grandi vasi. Credo che proprio per la sua bellezza semplice, questa sia una delle piazze più fotografate dell’isola.

Marzamemi

Fate una passeggiata tra le stradine e arrivate fino al porticciolo pieno di barche di legno, un pò scrostate dal sole, dove si affaccia l’antica tonnara, una delle piàù antiche della Sicilia.

Potete iniziare la mattina con un bel caffè e cannolo siciliano (che velo dico a fà)..ed è d’obbligo proseguire la giornata assaggiando per esempio la tipica pasta con la bottarga di Tonno grattugiata o piatti a base di tonno rosso del Mediterraneo: questo è in assoluto il luogo migliore. Potete fare uno stop al negozietto all’inizio del paese e assaggiare i diversi prodotti. Se siete di passaggio, non temete,  potete acquistare le ottime conserve di pesce “Campisi” anche online su Tastando.it 😉 .

Conserve di pesce

Continuiamo il nostro giro proseguendo fino alla piccola Pachino. Molti conoscono questa località in associazione alla coltivazione del pomodoro ciligieno IGP,  che nei terreni della zona trova la massima espressione, crescendo con caratteristiche uniche al mondo. La cittadina in sè non è bellissima, ma la piazza principale ha comunque un’atmosfera tipica, con vecchietti che indossano le coppole seduti a prendere l’ombra sulle panchine e le stradine che si avviano lontane verso il mare.

Conserve

Segnaliamo Pachino perchè proprio qua vicino si trova la spiaggia di Porto Palo di Capopassero e, di fronte, l’isola delle Correnti. Un’isola proprio non è, ma la definirei come un grande scoglio in mezzo al mare, raggiungibile anche a piedi, grazie alla lingua di terra scoperta dalla bassa marea. Isola delle CorrentiQui sorge un vecchio faro in disuso, perchè è qui che simbolicamente si scontrano le correnti del Mar Jonio e del mar Mediterraneo. Siamo davvero nel punto più meridionale della Sicilia e dell’Europa. E la latitudine ci dà ragione: Pachino è persino più a sud rispetto a Tunisi (latitudine di 36° 38′ N dell’isola delle correnti contro 36°, 48′ del capoluogo africano’).

Lasciatevi trasportare dal caldo vento di sicilia, assaporate la sensazione di trovarvi in una terra di confine, deliziatevi con panorami immensi e infine degustate le specialità tipiche del luogo. Tornerete a casa felici e soddisfatti 😉

Articoli precedenti

Vini siciliani selezionati da Tastando

Prossimo articolo

Ricetta fettuccine capperi e pomodoro secco