Dal cibo ai luoghi: un viaggio in Sicilia tra Pachino, Trapani e Salina

Pensando ai cesti natalizi e alla gioia di chi apre un pacco buono da gustare, ci siamo sentiti investiti di una grande responsabilità. Non solo quella di garantire il miglior prodotto di qualità in tavola, ma di essere portatori della vera sicilianità. Così innanzitutto per i nostri cesti di Natale ci siamo lasciati ispirare dai nomi del territorio dove nascono le materie prime, per compiere un viaggio alla scoperta di cittadine, piccoli borghi e isole.
Oggi in particolare attraversiamo tre luoghi simbolo della Sicilia: Pachino, Trapani e l’isola di Salina.

PACHINO: TONNARE SUL MARE E POMODORI MATURATI AL SOLE

Pachino
Pachino

Iniziamo insieme questo percorso parlando del cesto natalizio confezione Pachino: un omaggio a questo lembo di Sicilia, che è la punta più a sud dell’isola ma sopratutto la patria del pomodoro ciliegino di Pachino IGP – Indicazione Geografica Protetta.
Dal ciliegino si ricavano confetture, salse pronte, paté, tanti prodotti coltivati e lavorati in zona. Qui, a poca distanza, nel piccolo borgo di Marzamemi, c’è anche uno degli stabilimenti storici della lavorazione del tonno rosso del Mediterraneo. Così, in questa cesta di Natale dedicata a Pachino trovate i pregiati filetti di tonno del Mediterraneo, la bottarga di tonno grattugiata, lavorata proprio in questa tonnara. La bottarga può essere utilizzata in modo semplice e veloce anche per un pasto tra amici, semplicemente saltando i padella qualche pomodorino fresco e uno spicchio d’aglio, su cui spolverarla prima di servire. Il vasetto in vetro da 60 gr garantisce circa una decina di porzioni. Inoltre, nella confezione Pachino ovviamente non poteva mancare la Salsa di Pomodoro di Pachino IGP , dal gusto particolarmente dolce e unico e la confettura extra di ciliegino di Pachino IGP, un prodotto molto speciale e difficile da reperire. Completano il pacco la pasta di grano duro 100% siciliano, la gelatina di vino nero d’avola con miele millefiori e cannella (provatela!) e la fava larga di Leonforte, proveniente dall’entroterra di Enna e ottima per minestre invernali.

TRAPANI: SAPORI DECISI E CORPOSI

panorama_trapani
Trapani / Wikipedia

Da est a ovest, il nostro viaggio si sposta dai suoli sabbiosi e bassi della costa sud orientale al selvaggio perimetro della Provincia di Trapani, con sapori decisi e pieni, come solo questa parte di Sicilia sa regalarci. Ecco quindi che nella cesta natalizia confezione Trapani abbiamo incluso le busiate artigianali di grano 100% siciliano, molto utilizzate in questa zona per un primo a base di pesto trapanese. Si pensa che la ricetta di questo condimento nacque in tempi antichi quando i marinai genovesi che sbarcavano al porto di Trapani fecero conoscere il proprio pesto tradizionale, ispirandone una versione siciliana. Nel pesto trapanese il sapore dell’aglio viene smorzato dalle mandorle, dal pomodoro fresco e da un filo di olio extravergine uniti insieme a freddo. Potete assaggiarlo in qualsiasi ristorante di Trapani e provincia o provarlo a casa, grazie a Tastando. Nel cesto natalizio trapanese, non poteva mancare il sale proveniente dalle famose e bellissime saline. Consigliamo una visita alla riserva dello Stagnone, dove il sole si tuffa al tramonto tra le pale dei mulini e le vasche di sale, scoprite gli itinerari del sale. Ma tornando al sale, abbiamo scelto una variante particolare quella del fior di sale al limone, da macinare direttamente sui piatti per conferire oltre alla sapidità, una fresca nota aromatica. Scoprite inoltre la bottarga di tonno al pistacchio e i filetti di cipolla Giarratana, da provare come antipasto, sempre inclusi in questa speciale confezione.

SALINA: CAPPERI PRESIDIO SLOW FOOD

Scena-film-il_postino
Il Postino / Wikipedia

E ora da un mare all’altro ci spostiamo da ovest a nord est, in una delle sette meraviglie che compongono l’arcipelago delle isole Eolie: Salina, la piccola perla dove è stato ambientato anche il film “il Postino”, che ha ottenuto 5 candidature all’oscar nel 1996.
Abbiamo voluto fare un omaggio a questo luogo così speciale, intitolandole una confezione natalizia. All’interno ci sono i capperi di Salina Bio, Presidio Slow Food, grazie all’unicità del gusto e del profumo, oggi prodotti i quantità limitatissime. Potete abbinarli a ricette di pesce o semplicemente gustarli come aperitivo. La pianta di cappero cresce spontanea a Salina e nelle isole Eolie, grazie al particolare suolo calcareo e alle tante giornate di sole. Questo arbusto non produce soltanto un delizioso frutto, ma è diventato parte stessa del paesaggio isolano, caratterizzandolo. I capperi si raccolgono tra la primavera e l’estate e poi vengono “stesi” ad asciugare e salati.

Isole Eolie
Tramonto alle Isole Eolie

Nel cesto natalizio confezione Salina abbiamo raccolgo altri prodotti tipici siciliani, come la passata di pomodoro Siccagno, una speciale varietà siciliana raccolta a mano, che ben si sposa per sughi a base di capperi. Non manca l’olio extravergine di oliva da gustare anche a crudo, un particolare pesto al finocchietto selvatico, molto amato dai nostri clienti, i ceci maior Bio, per ricordarci che ci troviamo in inverno e sicuramente riscaldarci con una minestra molto proteica rimane sempre un’ottima idea. Infine per addolcire il palato, non mancano il rinomato cioccolato di Modica al gelsomino, il torrone di mandorle e arance e il miele di ape nera di agrumi.

Siamo sempre in Sicilia, arance e gelsomino sono i profumi dell’isola e non potevano di certo mancare!

Ed ecco le nostre tre confezioni 🙂

Cesto natalizio confezione Pachino
Cesto natalizio confezione Pachino
Cesto natalizio confezione Trapani
Cesto natalizio confezione Trapani
Cesto natalizio confezione Salina
Cesto natalizio confezione Salina

Articoli precedenti

Regalare cesti natalizi con prodotti alimentari: non solo una scelta di tempo, ma di cultura

Prossimo articolo

Ricetta polpo fritto su letto di ceci al limone